Rublev: "Federer, Nadal e Djokovic sono forti, ma adesso è l'ora dei giovani"


by   |  LETTURE 1483
Rublev: "Federer, Nadal e Djokovic sono forti, ma adesso è l'ora dei giovani"

Il giovane tennista russo Andrey Rublev ha iniziato la stagione nel migliore dei modi, battendo Mikhail Kukushkin al primo torneo di Doha e iniziando la stagione provando subito ad andare avanti nel torneo qatariota. Già due anni fa Rublev arrivò in finale del torneo prima di vivere un tunnel nel 2018 pieno di infortuni.

Ora il giocatore si è ripreso, è numero 23 nella classifica mondiale Atp ed è pronto per vivere la stagione da protagonista. Nella Primavera del 2018 Rublev è uscito dai primi 100 in classifica a causa di problemi alla schiena, ma nel 2019 è tornato "a correre" ed è andato avanti ad Indian Wells e Miami, ha saltato altri tornei per infortuni e successivamente ha raggiunto la finale ad Amburgo e i Quarti di finale a Cincinnati, torneo dove ha battuto ancjd il campione svizzero Roger Federer.

Ha concluso la stagione raggiungendo gli Ottavi all'Us Open, vincendo il trofeo di casa a Mosca e concludendo l'annata con quattro gare vinte durante la Coppa Davis. Rublev ha parlato della situazione inerente i "Big Three" e il possibile cambiamento al vertice della classifica mondiale: "Federer, Nadal e Djokovic sono ancora molto forti, vinceranno ancora grandi tornei ma ormai la nuova generazione sta arrivando.

Ci sono tanti giovani giocatori e penso che questo sia il momento migliore per i giovani per provare a vincere grandi tornei ed in particolare gare del Grande Slam. Abbiamo visto questo cambiamento alle ultime Atp Finals dove Thiem, Tsitsipas e Zverev hanno lottato ad alti livelli con Federer, Nadal e Djokovic"