Roger Federer: “Ecco cos’è cambiato nel mondo del tennis negli ultimi anni”


by   |  LETTURE 7010
Roger Federer: “Ecco cos’è cambiato nel mondo del tennis negli ultimi anni”

Era il lontano 1998 quando un allora sconosciuto e giovanissimo giocatore svizzero di nome Roger Federer decideva di entrare ufficialmente a far parte del mondo del tennis professionistico. Da allora, King Roger ha conquistato 20 titoli Slam, 103 tornei totali, 6 Master di fine anno e molto altro ancora: sarebbe inutile ripercorrere per l’ennesima volta la leggendaria carriera del fuoriclasse di Basilea, che arrivato oggi a 38 anni si è dimostrato ancora una volta più che competitivo e capace sempre di sconfiggere gli acerrimi rivali Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Inoltre, con 1507 partite ufficiali disputate sul Tour ATP, Federer è senza dubbio oggi il giocatore con la più grande esperienza del circuito. Interrogato quindi sui principali cambiamenti apportati nel mondo del tennis negli ultimi anni, l’ex numero uno del mondo ha così risposto: “Alla fine siamo sempre tutti qui.

Per quanto riguarda il regolamento, adesso il riscaldamento dura quattro minuti e non più cinque. Non è certo un problema. Ci sono chiaramente poi anche altri piccoli cambiamenti nelle regole, nel doppio per esempio adesso c’è il super tie-break che invece prima non esisteva.

Prima potevi alzarti ed andare in bagno in qualsiasi momento, potevi anche chiamare l’allenatore in campo quando lo desideravi. Ora è diventato tutto più rigoroso, più rigido, prima ti potevi sedere al cambio di campo anche dopo il primo game, adesso non più.

Si è fatto tutto più veloce. Si cerca sempre di mantenere la competizione sana e la correttezza dello sport. L’altra volta stavo parando con Sascha Zverev e mi ha chiesto: ‘Cosa c’è di diverso adesso, o cos’è migliore oggi rispetto a dieci anni fa?’.

Ora c’è meno tempo, tutti servono molto forte, tutti vanno veloce, i servizi sono potenti e anche il diritto ed il rovescio sono ottimi. Ci sono stati dei cambiamenti, ma tutti in senso positivo”. Federer ha concluso qualche settimana fa il suo tour di esibizioni in Sud America, dove suo compagno di gioco è stato proprio il tedesco Alexander Zverev.

In Australia lo svizzero dovrà difendere gli ottavi di finale dello scorso anno, quando fu fermato dal greco Stefanos Tsitsipas.