Annacone spiega il grande problema di Roger Federer


by   |  LETTURE 33743
Annacone spiega il grande problema di Roger Federer

Di questo 2019 avviato ormai verso la conclusione, il numero 3 del mondo Roger Federer può vantare un bilancio definitivo di 53 vittorie e 10 sconfitte totali, tra cui quattro titoli ATP (a Dubai, Miami, Halle e Basilea), due finali (ad Indian Wells e Wimbledon) e la semifinale raggiunta al Roland Garros.

Qualificatosi poi per la 17° volta alle Finals di novembre, Federer è tornato a sconfiggere Novak Djokovic per accedere così alla semifinale dove è stato invece battuto dal futuro campione Stefanos Tsitsipas.

Non male dopo tutto, specie se si considera che Roger lo scorso agosto ha spento le 38 candeline. Paul Annacone, ex allenatore dello svizzero per più di tre anni in passato, ha commentato: “E’ stato un buon anno per Roger ma, sfortunatamente per lui, Nadal e Djokovic sono il problema più grosso.

Sono una sorta di barometro di loro stessi. Roger non ha vinto alcuno Slam in questo 2019, è arrivato in finale, ha avuto due match point a Wimbledon ma ha comunque avuto un ottimo anno, se la gioca ancora coi più forti ed è pur sempre il numero 3 del mondo”.

Lo statunitense Jim Courier, numero uno ATP nel 1992 ed oggi commentatore televisivo, ha aggiunto: “Non ha vinto un Major come ha fatto negli ultimi due anni, ma la cosa positiva è che lui sia sempre lì, tra i migliori, al momento non vedo alcun segnale di un Federer in calo, naturalmente deve affrontare degli ottimi giocatori ma lui c’è sempre, non ha motivo di pensare subito a qualcos’altro, adesso viene l’Australia”.

Federer, dal canto suo, ha parlato del suo 2019 nei seguenti termini: “Sono felice della mia stagione, è andata bene. Ho avuto la possibilità di vincere di più, ci sono stati momenti in cui sentivo di poter arrivare fino in fondo, il prossimo anno dovrò migliorare in questo.

Devo continuare a giocare a questo livello, così potrò avere qualche chance. Credo di aver giocato un tennis solido, consistente”.