Berrettini: "Strano parlare delle mie vacanze con Roger Federer e Nadal"


by   |  LETTURE 11769
Berrettini: "Strano parlare delle mie vacanze con Roger Federer e Nadal"

La sconfitta all'esordio ha portato delusione, ma allo stesso tempo nuove consapevolezze al tennista italiano Matteo Berrettini, protagonista per la prima volta delle Finals Atp. Ecco le parole del giocatore dopo il ko contro Djokovic: "Djokovic è di sicuro il giocatore che risponde meglio nel circuito.

oggi ho perso il servizio molte volte ma contro di lui è abbastanza normale anche se oggi io non servivo male, non è stata una questione di servizio ma di sua abilità; mi sono sentito in un flipper la palla andava veloce, cercavo di stargli dietro ma non ci riuscivo"

La sconfitta all'esordio in queste Finals è simile alla sconfitta contro Federer a Wimbledon? "Quella partita è stata diversa per emozioni e per livello di gioco espresso; con Federer non ero mai stato me stesso in campo mentre oggi sono riuscito a fare il mio tennis indipendentemente dal punteggio"

Continua: "Il fatto che abbia parlato con Federer o Rafa della mia stagione, degli allenamenti, di dove farò la preparazione o delle vacanze è qualcosa che mi fa strano ma che mi riempie di gioia. Inoltre il pensiero che l’anno scorso ero il ragazzo che veniva qui e capiva che stava succedendo mentre quest’anno gli altri ragazzi guarderanno me, mi rende orgoglioso del lavoro che ho fatto.

Sto prendendo tantissimi spunti e crescerò credo a prescindere dai risultati delle partite" Infine Berrettini affronterà 2 sfide in questo duro girone: "Con Thiem ho giocato più volte quindi sono più pronto mentre con Roger sarà una grandissima emozione giocare qui con lui; tatticamente è difficile programmarla io dovrò concentrarmi su servizio e dritto e provare a fare male tatticamente e tecnicamente"

Sul tennis italiano: "Sono contento che il tennis italiano sia sulla bocca di tutti perché quando ero piccolo lo era ma non così tanto. Sono ancora più felice perché è anche merito mio"