Niente top 2 per Federer nel 2019: non succedeva da 17 anni


by   |  LETTURE 15601
Niente top 2 per Federer nel 2019: non succedeva da 17 anni

Per ben 16 stagioni consecutive, dal 2003 al 2018, Roger Federer era riuscito ad approdare in Top 2 per almeno una settimana ogni anno, collezionando un totale di 528 settimane (di fatto, 10 anni) come numero 1 o numero 2 del mondo.

Persino il 2014, l’annus horribilis per il 20 volte campione Slam, non aveva fatto eccezione. Ebbene, il 2019, che pure è stata una stagione tutt’altro che negativa per lo svizzero, sancisce la fine di questa impressionante striscia.

L’anno che gli ha regalato il 100mo titolo in carriera, il trionfo a Miami e che gli stava per consegnare l’impresa più clamorosa (il nono Wimbledon, a 38 anni), è anche l’anno in cui Federer è sempre stato dietro, nel ranking, a Novak Djokovic e Rafael Nadal.

In termini di classifica, il campione svizzero ha pagato l’uscita prematura a Melbourne, dove si presentava da campione in carica e dove non è riuscito ad andare oltre gli ottavi di finale, perdendo contro Stefanos Tsitsipas.

La stagione sul rosso, dopo un’ottima tournèe sul cemento nordamericano (finale a Indian Wells e trionfo a Miami), gli ha consentito di riguadagnare terreno, ma non di colmare il gap rispetto a Rafa e all’allora irraggiungibile Nole (il serbo aveva praticamente vinto tutto, o quasi, dal luglio al novembre 2018).

Il trionfo sfiorato a Wimbledon avrebbe potuto aprirgli nuovi scenari, sia nell’immediato che nei mesi successivi: quei due match point hanno invece lasciato delle evidenti scorie nella testa di Federer, che non ha raccolto quanto sperato nè nell’amata Cincinnati, dove ha perso per mano di Rublev, nè agli US Open, dove ha ceduto ai quarti a Grigor Dimitrov.

Photo Credit: Getty Images