Safin: "A Medvedev manca ancora qualcosa per battere Federer e Nadal"


by   |  LETTURE 3357
Safin: "A Medvedev manca ancora qualcosa per battere Federer e Nadal"

Durante una recente intervista, è stato chiesto all’ex numero 1 del mondo Marat Safin se avesse notato delle somiglianze tra lui e il connazionale Daniil Medvedev, autore di una seconda metà di stagione incredibile impreziosita dalla finale agli US Open.

“No, non ne vedo, anzi penso che siamo abbastanza agli antipodi. Credo che lui sia più calmo rispetto a me e che abbia maggiori possibilità di raggiungere alcuni obiettivi che a me sono sfuggiti” – ha dichiarato il due volte campione Slam.

Cosa manca a Medvedev per rovesciare il dominio dei Big 3? “Beh, ha ancora bisogno di crescere, gli manca un pizzico di esperienza per battere Rafael Nadal o Roger Federer in una finale. È difficile riuscirci se non hai abbastanza esperienza, perché queste partite sono decise da pochissimi punti”.

Nel frattempo, Karen Khachanov ha commentato la sua eliminazione agli ottavi dell’ATP di Mosca per mano di Andreas Seppi: “Forse all’inizio ho giocato un po’ meglio e l’ho costretto a parecchi errori gratuiti.

Credo che in queste condizioni, campo lento e palline pesanti, lui sia avvantaggiato. Conosco bene il suo tipo di gioco, è un muro, corre a destra e a sinistra. Soprattutto nei momenti decisivi, non sono riuscito ad esprimere il mio miglior tennis”.