Federer e la falsa partenza: "Dimenticare il primo set non è stato facile"


by   |  LETTURE 7180
Federer e la falsa partenza: "Dimenticare il primo set non è stato facile"

Un esordio di alti e bassi per Roger Federer agli US Open. Contro Sumit Nagal lo svizzero ha prevalso in quattro set, 4-6 6-1 6-2 6-4. In conferenza stampa Federer ha parlato della sua partenza a rilento. "Dimenticare il primo set non è stato facile.

Le persone si aspettavano un risultato diverso e anch'io. Volevo cominciare a giocare meglio e ce l'ho fatto. Andare avanti 3-0 nel secondo e capire che dipendeva da me è stato un sollievo. Non avevo continuità al servizio, facevo doppi falli unusuali.

Anche tanti errori gratuiti. Forse superare una partita del genere non è una brutta cosa. E' stato molto simile a Wimbledon quando ho perso il primo set al debuttto. Gli ultimi tre set sono stati positivi e incoraggianti", ha assicurato il nativo di Basilea che affronterà il bosniaco Damir Dzumhur.

Nagal ha detto: "Federer ama mettere pressione sull'avversario. Ti fa sempre pensare a cosa fa lui. Non ho mai avuto questa sensazione contro altri giocatori. Ma lui varia così tanto che non sai dove arriverà la palla. Bisogna avere sempre i riflessi pronti", ha concluso il giocatore indiano.