Roger Federer, con Andrej Rublev una sconfitta … da “record”


by   |  LETTURE 9111
Roger Federer, con Andrej Rublev una sconfitta … da “record”

Approdato agli ottavi di finale del Western & Southern Open di Cincinnati, torneo Masters 1000 che ha vinto sette volte e in cui quest’anno avrebbe dovuto difendere la finale del 2018 persa contro Novak Djokovic, Roger Federer si è trovato davanti il giovane Andrej Rublev, classe 1997 e numero 31 del mondo lo scorso febbraio (attualmente è 70°).

Si è trattato del primo incontro tra i due giocatori e Federer, adesso, non lo dimenticherà certo facilmente. Non che fosse una partita particolarmente facile per l’elvetico, ma pochi si sarebbero aspettati il 6-3 6-4 rifilato da Rublev in soli 61 minuti.

Eppure, c’è ben poco da dire: con 19 errori non forzati (di cui 10 di rovescio) e 7 discese a rete vittoriose su 19, Federer è stato nettamente inferiore al russo, che dal canto suo ha portato avanti una partita pressoché perfetta ed è stato superiore al suo avversario sotto ogni aspetto.

L’ultima volta che Federer ha perso una partita in meno tempo di ieri, è stato addirittura al torneo di Sydney del 2003, quando Roger perse da Franco Squillari in soli 54 minuti. Da allora, solo in un’altra occasione Federer è stato sconfitto con un tempo simile: contro Mardy Fish ad Indian Wells nel 2008, quando la partita durò 64 minuti.

Non certo un’ottima partenza sul cemento americano per il numero 3 del mondo, con gli Us Open che si fanno sempre più vicini (ma dove Roger non vince dal 2008).