Roger Federer: "Scenata Kyrgios? Non sono nell'umore giusto per parlarne"


by   |  LETTURE 26403
Roger Federer: "Scenata Kyrgios? Non sono nell'umore giusto per parlarne"

A Roger Federer è stato chiesto un parere sulla scenata di Nick Kyrgios a Cincinnati. L'australiano ha insultato e sputato a distanza l'arbitro Fergus Murphy. Lo svizzero non ha voluto dire la sua: "L'ho visto, ma non commenterò perchè non sono nell'umore giusto", ha detto dopo la sconfitta contro Andrey Rublev.

Alla domanda se giocare contro Juan Ignacio Londero martedì in sessione serale e affrontare Rublev invece di giorno abbia condizionato la sua prestazione, ha risposto: "Sì, è così per tutti i giocatori.

E' un dato di fatto. Di giorno la palla cammina veloce, c'è tanto caldo e devi essere bravo ad ataccare. E se provi a prendere ritmo contro alcuni giocatori, non ci riuscirai perchè sono loro ad avere il pallino del gioco in mano.

Sul veloce in Nord America le sessioni giornaliere sono sempre difficili. Ma mi piacciono queste condizionI. Oggi è andata così" Cosa farebbe diversamente se potesse rigiocare il match? "Cominciare meglio, farlo rimanere di più nello scambio e aspettare un po'

Non farlo partire subito avanti col punteggio. Speravo di giocare meglio. Lui ha variato molto bene il gioco, è costante" Alla domanda se la superficie di Cincinnati sia diversa in termini di velocità rispetto a quella di Wimbledon, ha concluso: "Sicuramente questa è più veloce, la palla rimbalza di più e hai meno controllo. A Wimbledon tutte le palle rimbalzano ad altezza anca"