Roger Federer e lo stop di un mese: "Montreal arriva troppo presto"


by   |  LETTURE 5620
Roger Federer e lo stop di un mese: "Montreal arriva troppo presto"

Roger Federer non ha avuto problemi nel suo primo match nel circuito dopo praticamente un mese di stop. L'ultima uscita ufficiale dello svizzero risaliva alla finale di Wimbledon persa contro Novak Djokovic. Federer è tornato sui motivi che lo hanno spinto a dare forfait alla Rogers Cup di Montreal.

"La stagione su erba è stata allungata di una settimana, e questo è bello, ma così facendo c'è meno riposo dopo. Alla mia età se vuoi fare una pausa e prepararti bene sia fisicamente che a livello tennistico, è difficile andare subito in Canada.

Sarebbe un cambiamento molto rapido, perchè di solito mi riposo per una settimana-9 giorni dopo Wimbledon e se vuoi allenarti per due settimane, non ce la fai. Puoi far bene in Canada ok, ma non lo so. Ora la mia carriera si svolge in maniera diversa con la mia famiglia.

Ed essendo Wimbledon il grande obiettivo, è importante anche fermarsi un attimo e prepararsi per la seconda parte di stagione" Sulla vittoria all'esordio contro Juan Ignacio Londero a Cincinnati, lo svizzero ha aggiunto: "La superficie è veloce, ci sono stati pochi scambi nel primo set.

Solo colpi potenti. Lui ha giocato bene col dritto e non lo avevo mai affrontato prima d'ora quindi non sapevo cosa aspettarmi"