Roger Federer sulla terra rossa anche nel 2020?


by   |  LETTURE 2440
Roger Federer sulla terra rossa anche nel 2020?

Roger Federer, che non gioca dalla finale di Wimbledon di luglio persa contro Novak Djokovic, è arrivato poche ore fa a Cincinnati, in Ohio, per competere in un Masters 1000 storicamente a lui molto favorevole: al Western & Southern Open ha infatti vinto ben sette volte, con l’ultimo successo nel 2015.

Al primo turno, nell’edizione di quest’anno, Roger sfiderà l’argentino numero 55 del mondo Juan Ignacio Londero, che non ha mai affrontato prima di adesso. Nell’intervista rilasciata al suo arrivo negli Stati Uniti, il campione di Basilea ha commentato il modo in cui è riuscito a gestire la sconfitta subita con due match point a favore nella finale dello Slam londinese, per poi accennare anche alla prossima stagione su terra rossa: “La finale di Wimbledon non è stata necessariamente più difficile da digerire rispetto ad altre altrettanto dure, sapevo di aver giocato una buona stagione fino ad allora.

Credo che la mia reazione di rabbia che è durata un po’ di tempo sia stata corretta, ma ho iniziato a guardare avanti, a ciò che mi aspetta, forse anche la terra battuta il prossimo anno”. Così, il venti volte campione Slam rilancia la possibilità di competere ancora una volta sulla terra rossa europea, sulla quale è tornato dopo alcuni anni solo alcuni mesi fa, quando è anche riuscito ad approdare alla semifinale del Roland Garros, sconfitto in tre set da Rafael Nadal.