Roger Federer: "Ho avuto flashback della finale persa con Novak Djokovic"


by   |  LETTURE 16689
Roger Federer: "Ho avuto flashback della finale persa con Novak Djokovic"

Si presenta con il solito sorriso e la grande cordialità di sempre Roger Federer a Cincinnati. Sono passati 28 da quella terribile sconfitta che ancora grida vendetta per lo svizzero contro Novak Djokovic nella finale di Wimbledon dove non ha sfruttato due match point di fila.

Il sorriso non lo aveva perso nemmeno in quell'occasione, quando - durante la cerimonia di premiazione alla domanda se fosse stato un match indimenticabile - aveva risposto di voler dimenticare in fretta quella lunga e intensa giornata.

Domenica in Ohio, nella tavola rotonda del Media Day, Roger ha parlato nel dettaglio di come ha recuperato da quella partita. "Le sconfitte rimangono nella tua mente più a lungo delle vittorie, è normale, soprattutto quando hai perso una finale così equilibrata.

Ho anche avuto dei flashback di quella finale, sia momenti negativi che positivi, ma fa parte del gioco e la cosa importante è stata la reazione che ho mostrato da lì in avanti. Ero un po' arrabbiato per aver perso in quel modo, ma allo stesso tempo non vedevo l'ora di giocare contro Novak o nel circuito in generale.

E' importante avere una mentalità positiva e non piuttosto vedere la situazione in maniera totalmente negativa sperando di non giocare mai più a tennis. Lunedì, il giorno dopo la finale, eravamo già su un camper, e martedì tutta la pressione accumulata era stata smaltita.

E' stato bello passare del tempo sulle Alpi in Svizzera. Sono tornato ad allenarmi dopo un po' sul campo da tennis, ho fatto un richiamo di preparazione atletica, tutto perfetto. Sarebbe stato meglio avere altre due settimane libere per continuare ad allenarsi e a riposarsi ma non posso lamentarmi perchè già la stagione su erba è stata allungata di una settimana"