Roger Federer ricorda la batosta contro Rafael Nadal al Roland Garros 2008


by   |  LETTURE 8719
Roger Federer ricorda la batosta contro Rafael Nadal al Roland Garros 2008

In una recente intervista a L’Equipe, Roger Federer ha ricordato la nettissima sconfitta subita nella finale del Roland Garros 2008 contro Rafael Nadal. Il fenomeno svizzero ritiene che quella disfatta abbia condizionato l’inizio della finale di Wimbledon qualche mese dopo, dato che lo spagnolo vinse i primi due set abbastanza agevolmente.

“Non ho potuto fare nulla, non vedevo soluzioni per provare a contrastarlo. Nadal è così bravo sulla terra sia di dritto che di rovescio, in attacco e in difesa. Ha tutto sul rosso, ecco perché ha ottenuto così tanti successi.

Ho iniziato a dubitare di poterlo battere, soprattutto dopo la finale del 2008. Ma ho sempre continuato a crederci” – ha ricordato il 20 volte campione Slam. Federer ha poi sottolineato l’importanza del meteo quando si gioca sulla terra: “Quando il tempo è bello, hai molte opzioni e angoli da trovare, ci si diverte molto in campo.

Quando fa freddo, si fa molta più fatica a spingere e le palline diventano pesanti”. Quest’anno Nadal si è aggiudicato il Roland Garros per la 12ma volta nella sua carriera, mentre Federer si è dovuto accontentare di una buona semifinale cedendo proprio allo storico rivale.

La cavalcata sul rosso ha permesso a Roger di arrivare in forma a Wimbledon, dove soltanto qualche centimetro gli ha impedito di festeggiare il nono titolo a Church Road.