Wilander: "Roger Federer non ha mai giocato bene i punti importanti"


by   |  LETTURE 13498
Wilander: "Roger Federer non ha mai giocato bene i punti importanti"

Una finale epica come quella giocata da Novak Djokovic e Roger Federer a Wimbledon la scorsa domenica, può suscitare opinioni e pareri contrastanti sia da parte degli addetti ai lavori che da parte degli appassionati di tennis.

Curioso è il caso di Mats Wilander, che se in un primo momento aveva elogiato la prestazione di Federer e mostrato una moderata fiducia nei confronti del futuro, in una recente intervista a Fox Sports è tornato a criticare le scelte tattiche dello svizzero e la sua cattiva gestione del match a livello mentale.

“Federer ha completamento sbagliato scelte al servizio quando ha sprecato i due match point” , ha spiegato l’ex tennista svedese. “Non avrebbe dovuto cercare il corpo di Djokovic, ma avrebbe dovuto optare per una soluzione esterna.

Questi errori tattici non sono nuovi, nei momenti difficili paga il dominio assoluto imposto dal 2004 al 2007 quando non aveva rivali degni di nota. In quegli anni non ha fatto progressi dal punto di vista tattico e mentale”.

Wilander considera infatti Djokovic e Rafael Nadal molto più forti di Federer nella gestione delle emozioni e dei momenti cruciali. “In questo momento è difficilissimo giocare bene i punti che contano contro Djokovic e Nadal, che sono due maestri della tattica.

Se potessi gestire un torneo dello Slam, come ad esempio l’Australian Open, cercherei di rendere le superfici più veloci per consentire a Roger di giocare per altri 3/4 anni a grandi livelli. Federer è una delle più grandi figure dello sport e tutti vorrebbero vederlo giocare il più a lungo possibile”.