Pella al veleno su Kermode: "Saluta solo Federer, Nadal e Djokovic"


by   |  LETTURE 11668
Pella al veleno su Kermode: "Saluta solo Federer, Nadal e Djokovic"

Non è stato e non è un anno facile per il circuito maschile. Tutto è iniziato a gennaio con la lettera di Vasek Pospisil in cui metteva in risalto la dura vita dei giocatori fuori dai primi 150 posti della classifica mondiale, piombando duro su Chris Kermode, presidente del circuito Atp dal 2014.

Qualche settimana dopo, lo scandalo riguardante Justin Gimelstob, membro del Board, accusato di aggressione. In un'intervista a La Nacion, il numero 24 del mondo Guido Pella ha fatto la voce grossa: "Gli anni nel circuito mi hanno insegnato che non conta cosa facciamo: gli europei o gli americani avranno sempre un potere decisionale più forte.

Perchè? Non lo so. La persona che arriverà nel Board tra qualche mese dovrà avere esperienza nel tennis e sapere ciò di cui hanno bisogno i giocatori. Oltre al fatto che il montepremi sia aumentato e che i tornei siano straordinari, qualcosa non va.

L'ATP ha bisogno di rappresentanti di giocatori che abbiano esperienza e che non vedano solo il lato del business. A Wimbledon ho visto Chris Kermode, e le uniche persone che ha salutato sono state Federer, Djokovic, Nadal e Wawrinka.

Non l'ho mai visto parlare con un top 50. L'Atp ti fa sentire estraneo al circuito e lo dico ora che ho la classifica più alta della mia carriera. Si concentrano sul business generato dai tre fenomeni e da Andy Murray che sono al top da 15 anni.

Il resto non conta. Un sudamericano non ha voce in capitolo" Sulla stessa linea Diego Schwartzman che ha criticato Gimelstob: "In tutta la sua vita avrà salutato i sudamericani 3-4 volte. Era il nostro rappresentante e non sapeva neanche i nostri nomi, non parlava con noI. Una vergogna"