Roger Federer, ecco una nuova impressionante statistica


by   |  LETTURE 18698
Roger Federer, ecco una nuova impressionante statistica

Malgrado la dolorosa sconfitta subita in finale per mano di Novak Djokovic, il Wimbledon di Roger Federer resta assolutamente leggendario. Alle soglie dei 38 anni, lo svizzero è infatti riuscito ad approdare all’ultimo atto battendo dei giocatori del calibro di Kei Nishikori e Rafael Nadal, e in finale è giunto ad avere due championship point al cospetto del numero 1 del mondo e campione in carica.

Le continue e sorprendenti imprese del 20 volte campione Slam gli stanno ovviamente regalando un record di longevità dietro l’altro. L’ultimo è stato pubblicato sul proprio profilo Twitter da YoungTennisGuns, che riporta una statistica davvero interessante: grazie alla semifinale raggiunta al Roland Garros e alla finale di Wimbledon, infatti, Roger Federer è infatti diventato il secondo giocatore più “vecchio” di sempre a raggiungere i quarti di finale in due Slam consecutivi.

Meglio di lui soltanto Ken Rosewall, che nel 1974, alla veneranda età di 39 anni, infilò la doppietta Wimbledon - US Open. Tra gli altri illustri “vecchietti” capaci di farsi strada nei Major spiccano anche Pancho Gonzalez, che nel 1968 fece quarti a Parigi e New York a 40 anni, Istvan Gulyas e Jimmy Connors, che a 39 anni raggiunsero il terz’ultimo atto, rispettivamente, al Roland Garros 1971 e agli US Open 1991.

Come Rosewall e Federer, anche Gonzalez è dunque approdato in più circostanze ai quarti di un Major dopo i 37 anni, ma non in due eventi consecutivi.