Roger Federer: "L'erba è imprevedibile. Dovrò stare attento a Millman"


by   |  LETTURE 17167
Roger Federer: "L'erba è imprevedibile. Dovrò stare attento a Millman"

Contrariamente a quanto era accaduto nelle ultime stagioni, Roger Federer inizierà la stagione su erba dopo aver disputato tre tornei sulla terra battuta. Nonostante non abbia portato casa titoli, il venti volte campione Slam ha comunque espresso un livello notevole sulla superficie meno congeniale alle sue caratteristiche.

Il fuoriclasse svizzero sarà il grande favorito per aggiudicarsi il torneo di Halle, dove andrà a caccia del decimo sigillo. L’ex numero 1 del mondo vuole presentarsi al 100% a Wimbledon, che rappresentò una delle delusioni più cocenti del 2018.

Nella conferenza stampa che precede l’inizio del Noventi Open, Federer ha analizzato la transizione dalla terra all’erba: “Ho sicuramente espresso un ottimo tennis in una porzione di stagione che avevo saltato negli ultimi anni.

Sono tornato in semifinale al Roland Garros e mi sento bene dal punto di vista fisico. Dopo la semifinale contro Rafa, ho deciso di prendermi un paio di giorni di riposo per ricaricare le batterie ed essere pronto per la stagione su erba.

Mi piace molto il gioco intuitivo e aggressivo che caratterizza questa superficie. La differenza di livello tra i giocatori si riduce e ogni errore può costarti la vittoria in ogni singola partita”. Ad attendere Roger all’esordio c’è John Millman, che lo ha battuto l’anno scorso agli ottavi dello US Open.

“John è sempre un avversario estremamente ostico ed è capace di metterti in difficoltà in qualsiasi momento. Mi ha sconfitto l’ultima volta che ci siamo incontrati e dovrò stare molto attento per non farmi sorprendere ancora.

Ogni partita sull’erba è molto complicata e il tabellone qui a Halle è di alto livello. Dovrò pensare partita per partita e vedere che cosa succede” – ha spiegato il 37enne di Basilea.