Boutter: "Tutti dicevano che Roger Federer poteva essere il nuovo Sampras"


by   |  LETTURE 6068
Boutter: "Tutti dicevano che Roger Federer poteva essere il nuovo Sampras"

In un’intervista concessa a The Telegraph, l’ex numero 46 del mondo Julien Boutter ha parlato della sconfitta subita a Milano nel 2001 contro Roger Federer. Un match fondamentale, visto che regalò allo svizzero il primo titolo in carriera nel circuito maggiore.

“In quel periodo, Roger era agli inizi” ha commentato Boutter. “Prima di quel match, spesso si innervosiva in campo. Ma quella volta - era la sua terza finale - rimase concentrato. Persi il primo set, vinsi il secondo e poi il giudice di sedia commise un errore all’inizio del terzo.

Infatti era Roger che avrebbe dovuto servire in quel turno: durante tutto il game, pensavo che non toccava a me servire. Persi il servizio, e da quel momento non ebbi alcuna opportunità per rientrare”. Chi poteva immaginare che, dopo quel giorno, di titoli ATP ne sarebbero arrivati altri 100? Secondo Boutter, già allora qualche avvisaglia c’era.

Tutti dicevano che poteva diventare il nuovo Sampras” ha infatti rivelato l’ex numero 46 del mondo. “Era già molto talentuoso, ma il grande miglioramento l’ha fatto sul piano mentale. Ha deciso di non parlare in campo e di restare concentrato, assumendo l’atteggiamento migliore.

Fu una metamorfosi, e da allora ha vinto tutto. Era il nuovo Sampras, ma poi è stato anche meglio”.