Verdasco: "Anche Federer e Nadal devono accettare le sconfitte"


by   |  LETTURE 4641
Verdasco: "Anche Federer e Nadal devono accettare le sconfitte"

Nel corso di un’intervista a Marca, Fernando Verdasco ha ammesso che l’ipotesi del ritiro non è ancora balenata nella sua mente. Nonostante la nascita di suo figlio e i numerosi anni trascorsi nel circuito, il 35enne spagnolo si sente ancora competitivo ai massimi livelli.

“Il tennis è la mia vita. Quando ero bambino, guardavo migliaia di partite in tutti i tornei. Mi piace giocare e le attività che sono legate al tennis. Finché sento di poter lottare e battere i migliori, accettando le sconfitte, perché anche Rafael Nadal e Roger Federer perdono, continuerò a giocare.

Quando mi accorgerò di non poterlo più fare o sentirò troppo dolore a causa di un infortunio, mi ritirerò” – ha spiegato il madrileno. Verdasco ha parlato anche del connazionale Nadal, che per la prima volta dal 2004 arriva a maggio senza nessun titolo in bacheca.

“Penso che Rafa abbia attraversato molti momenti difficili nell’arco della sua carriera e ne è sempre uscito. È impossibile essere perfetti per 13, 14 o 15 anni”. La paternità ha reso Fernando un uomo felice: “Mio figlio è mio figlio e se devo scegliere tra lui e il tennis, sceglierò chiaramente mio figlio.

Il mio obiettivo è continuare a mettere lo stesso impegno sul tennis di prima che lui nascesse. Cercherò di giocare gli stessi tornei, viaggeremo insieme” – ha concluso.