Federer: "Io, Nadal e Djokovic totalmente diversi. Un bene per il tennis"


by   |  LETTURE 1851
Federer: "Io, Nadal e Djokovic totalmente diversi. Un bene per il tennis"

In un'intervista ad ABC Roger Federer ha parlato del dominio suo, di Novak Djokovic e Rafael Nadal. "Noi tre, insieme a Murray e Wawrinka, abbiamo impedito agli altri di vincere Slam ed essere numero uno. Credo che le cose stiano un po' cambiando.

Khachanov ha vinto Parigi Bercy lo scorso anno, Tsitsipas mi ha battuto in Australia, Thiem a Indian Wells... Ci sono sorprese, nuove facce. Sicuramente Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime saranno pericolosi in futuro. Sarà interessante vedere come proseguono.

Ma il nostro dominio è stato positivo perché noi tre siamo totalmente diversi: nello stile di gioco, nelle personalità, nel rapporto coi giornalisti..." . Perché ha scelto di giocare Madrid in preparazione a Parigi e non Barcellona o altri tornei? "Credo fosse logico scegliere Madrid come punto di partenza.

Avevo tempo sufficiente per prepararmi e poi per arrivare bene a Parigi. È un grande torneo, molto ben organizzato. Mi piace molto essere qui, ho avuto successo in passato ed è stata una decisione facile" Federer ha fatto la sua ultima apparizione nel torneo spagnolo nel 2015 quando perse all'esordio dall'australiano Nick Kyrgios in un match teso al tie-break del terzo set.