Medvedev ricorda la sconfitta con Roger Federer a Miami


by   |  LETTURE 818
Medvedev ricorda la sconfitta con Roger Federer a Miami

Durante un’intervista a Eurosport, Daniil Medvedev ha ricordato la sua sconfitta con Roger Federer nel Masters 1000 di Miami. Il fenomeno svizzero si è imposto grazie allo score di 6-4 6-2 dominando in lungo e in largo nella seconda metà di gara.

“Stavo solo pensando alla tattica, a come vincere, e all’inizio ero sicuro di potercela fare. È stata una partita strana perché lui sentiva bene la palla, ma sembrava che io potessi guidare nel punteggio e invece non ho avuto alcuna chance.

Nel primo set ho avuto qualche possibilità, ma dopo 50 minuti la partita era già finita e stavo pensando a comprare i biglietti per Mosca. Non volevo che finisse in questo modo. Mi sono arrabbiato con me stesso, credo di aver esternato la mia frustrazione anche mentre ero in campo.

Cerco sempre di non passare il limite, anche nei confronti del mio team. Mi ricordo che l’anno scorso a Indian Wells, durante la partita contro Matteo Berrettini, ho urlato verso il mio allenatore, ma per fortuna non sono stato ripreso dalle telecamere” – ha raccontato il moscovita.

Alla domanda su quanto spenda per il suo team, Medvedev ha risposto: “Sono cifre elevate. Alcune federazioni ti danno una mano, in Russia no. Non puoi viaggiare senza un allenatore; è necessario anche un fisioterapista. Diciamo che spendi circa 30.000 euro al mese solo per voli, cibo e hotel”.