Djokovic: "Avevo troppo rispetto per Federer e Nadal"


by   |  LETTURE 6106
Djokovic: "Avevo troppo rispetto per Federer e Nadal"

Novak Djokovic ha spiegato come mai fosse difficile per lui battere Roger Federer e Rafael Nadal all’inizio della sua carriera. Il campione serbo è stato per anni considerato il “numero 3” per eccellenza, alle spalle degli altri due mostri sacri.

Avevo paura di vincere, avevo troppo rispetto per loro” ha spiegato Nole. Il numero 1 del mondo ha anche parlato di ciò che la guerra ha significato per lui e per il suo popolo. “È più difficile per noi avere successo per il passato che abbamo, per la storia che abbiamo avuto; dobbiamo fare molto di più per poter essere visti e notati”.

Il 31enne ha poi ricordato tutto il suo amore per Wimbledon, dove si è laureato quattro volte campione. “Quando ho vinto la finale del 2011, ho mangiato un filo d’erba e lì ho avuto un flashback di tutta la mia infanzia, di ciò che ho passato, del primo campo da tennis in cui sono cresciuto, a Belgrado.

A quei tempi in Serbia il tennis praticamente non esisteva, siamo cresciuti durante la guerra e viaggiare era molto difficile sul piano economico, per questo quasi tutti i tornei erano organizzati a livello locale. È stato molto difficile emergere e devo ringraziare mio padre, mia madre e la mia famiglia, che ha sempre creduto in me e mi ha infuso la speranza di potercela fare per davvero”.