Roger Federer: "Il mio primo idolo è stato Boris Becker"


by   |  LETTURE 3253
Roger Federer: "Il mio primo idolo è stato Boris Becker"

Quali erano gli idoli di Roger Federer da bambino? Il fenomeno svizzero ha confidato: “Il primo in assoluto è stato Boris Becker, l’ho ammirato davvero per tanto tempo. Poi ho guardato anche Stefan Edberg ed era fortissimo.

Quando entrambi si sono ritirati, la mia attenzione si è spostata su Pete Sampras perché aveva uno stile di gioco simile. Non ho mai provato a copiare nessuno, ma spesso sono stato paragonato a Sampras per via dello stile.

Ho anche indossato gli stessi vestiti della Nike e ho utilizzato la stessa racchetta Wilson”. Il venti volte campione Slam ha ricordato poi quando si è allenato con Martina Navratilova diversi anni fa: “È stato molto eccitante, era così professionale, ha lavorato molto duramente per raggiungere quel livello.

È stata un’esperienza davvero bella”. Dopo l’eliminazione prematura agli Australian Open, Federer ha portato a casa il titolo sia a Dubai che a Miami, senza dimenticare la finale raggiunta a Indian Wells.

Questi risultati hanno permesso a Roger di balzare in testa alla Race ATP proprio alla vigilia della stagione sulla terra battuta. Il 37enne di Basilea tornerà in campo nel Masters 1000 di Madrid, che dovrebbe essere l’unico appuntamento di preparazione al Roland Garros (dove manca dal 2015).