Edberg: "Ero come un mentore per Roger Federer"


by   |  LETTURE 6761
Edberg: "Ero come un mentore per Roger Federer"

Stefan Edberg ha collaborato insieme a Roger Federer nel biennio 2014-2015, fornendo un aiuto notevole al campione svizzero che era reduce da una pessima annata nel 2013 (la peggiore di tutta la sua straordinaria carriera).

“Sono stato contattato nel 2013 e ho lavorato con Roger per i due anni successivi. Nel 2013 aveva alcuni problemi con il suo gioco, non stava benissimo per via della schiena e stava cercando qualche nuova soluzione. Quando sono entrato nel suo team come mentore, ha cambiato racchetta e ha fatto alcuni cambiamenti.

Abbiamo discusso di apportare delle modifiche al suo gioco, come essere un po’ più aggressivo avanzando leggermente la sua posizione sul campo. Questo approccio ha pagato i suoi dividendi negli anni successivi.

Roger ha avuto la chance di vincere 2-3 Slam in quegli anni, ma Djokovic stava giocando davvero alla grande” – ha raccontato lo svedese ai microfoni di Times Now. Sotto la sapiente guida di Edberg, Federer ha disputato tre finali Slam: a Wimbledon nel 2014 e 2015, oltre agli US Open nel 2015.

A sbarrargli la strada è sempre stato Djokovic. L’ex numero 1 del mondo ha parlato anche delle sue rivalità da giocatore: “Ho affrontato Pete Sampras al suo meglio ed era alquanto straordinario, così come John McEnroe”.