Binaghi: "Dita incrociate per Federer, anche se io tifo Nadal"


by   |  LETTURE 4708
Binaghi: "Dita incrociate per Federer, anche se io tifo Nadal"

Avevano fatto tanto scalpore le dichiarazioni due anni fa di Angelo Binaghi nel 2017 quando, commentando l'assenza di Roger Federer a Roma, aveva detto di tifare Rafael Nadal. Siamo nel 2019, lo svizzero potrebbe tornare al Foro Italico ma la posizione di Binaghi, presidente della Federazione Italiana Tennis, non cambia.

“L’unica incognita riguarda Roger Federer, peraltro assente a Roma da due anni, ma il torneo può superare questa incognita visto che abbiamo fatto il record di spettatori nel 2017, senza di lui. Dobbiamo essere molto attenti a Madrid dove Federer giocherà e incrociare le dita.

Saremmo contentissimi di poter avere nuovamente Federer a Roma, dove tra laltro non ha mai vinto. Anche se io tifo Nadal”, ha detto l'ingegnere sardo. L'evento è ormai consolidato da tempo e non dipende da un singolo giocatore: "Gli Internazionali BNL d’Italia sono un colosso sportivo da oltre 33 milioni di euro di fatturato in una settimana, fatturato in crescita costante dal 15 anni e che di pende per la gran parte dalla biglietteria che incassa oltre 12 milioni di euro - ha sottolineato Binaghi -.

Quest’anno la prevendita è in crescita dell'11% rispetto al dato dello scorso anno e quindi puntiamo a battere il record del 2017 visto che nel 2018 abbiamo avuto una piccola flessione generata da due giorni di pioggia il mercoledì ed il giovedì, le sessioni di maggiore affluenza.

Quest’anno con questo + 11% ci aspettiamo di battere il record e di avere oltre 220mila spettatori paganti nella settimana con l’incasso della biglietteria che ritorna sopra la soglia dei 12 milioni di euro. Per fare un paragone, pensate che il record di una partita di calcio in Italia, Juve-Milan dello scorso anno - è stato di 5,3 milioni di euro, mentre la finale del nostro torneo più di 2 milioni in uno stadio da 9.500 posti anziché 41.500."