Roger Federer: "Mi sono abituato alle condizioni. Sarà dura con Medvedev"


by   |  LETTURE 6708
Roger Federer: "Mi sono abituato alle condizioni. Sarà dura con Medvedev"

Dal nostro inviato a Miami

Dopo aver rischiato tantissimo all’esordio contro Radu Albot, Roger Federer ha innalzato il proprio rendimento sbarazzandosi in due set di Filip Krajinovic e staccando il pass per gli ottavi del Miami Open 2019.

Il fuoriclasse svizzero ha evidenziato i progressi rispetto turno precedente: “Ho ricominciato nello stesso modo in cui avevo finito il match con Albot. Il primo set è stato molto dispendioso a livello fisico per via dell’umidità, ci sono stati molti scambi lunghi. Mi sono ritrovato anche sotto di un break, ma sono riuscito a non farlo scappare.

Ho alzato il rendimento nel momento decisivo del primo set e ho cominciato al meglio il secondo. Questo ha fatto la differenza. Sono davvero soddisfatto di come mi sento. Mi sono abituato ormai alle condizioni di gioco: il modo in cui rimbalza la pallina, le demi-volée, tutti quei piccoli accorgimenti di cui si parla molto raramente.”

Nonostante sia il suo terzo torneo di fila dopo Dubai e Indian Wells, Roger si sente benissimo fisicamente: “Mi sono riposato bene dopo gli Australian Open. Non aver dovuto affrontare Nadal a Indian Wells e avere un giorno libero mi ha aiutato. Poi ho avuto cinque giorni a disposizione prima dell’inizio di questo torneo. 

In realtà, questi due tornei non sono troppo duri fisicamente. Si tratta soprattutto di uno sforzo mentale, visto che nelle partite al meglio dei tre set l’inerzia può girare molto rapidamente. Scenderò in campo alle 21 martedì, quindi dovrò fare qualche lieve aggiustamento per la notte.”

L’ex numero 1 del mondo se la vedrà agli ottavi con Daniil Medvedev, battuto in entrambi i precedenti a livello ATP (Shanghai e Basilea nel 2018). “Non ha nulla da perdere, è un ottimo giocatore. L’ho spesso affrontato quando stava giocando molto bene. 

Ricordo che dopo il suo exploit a Tokyo ci siamo incontrati a Shanghai la settimana successiva. Invece a Basilea era un pochino stanco e ne ho approfittato. Stavolta mi aspetto una partita diversa. Ha fatto progressi notevoli sia mentalmente che a livello di gioco” – ha concluso Federer.