Roger Federer: "Prima imitavo di più i giocatori"


by   |  LETTURE 3722
Roger Federer: "Prima imitavo di più i giocatori"

In conferenza stampa a Indian Wells Roger Federer ha elogiato l'eredità di Rod Laver nella storia del tennis. Il tennista svizzero ha detto: "Lui come giocatore, non c'è molto da dire perché non ricordo granché oltre agli highlights.

Quindi avete probabilmente visto più di me. Giocava 150 partite l'anno da città in città, è passato da amatore a professionista. Adoro quella parte di storia. Fa parte di quei giocatori che hanno portato qualcosa di diverso al tennis.

Ha giocato tante generazioni, a fine carriera anche contro Bjorn Borg. È molto umile ed è una gioia vederlo" Qualche settimana fa Severin Luthi ha detto che Federer spesso imita i suoi rivali in allenamento.

È vero? "In realtà non molto. Prima lo facevo di più, mentre ora in pubblico non voglio. Poi nella off-season fuori dalle telecamere. Chi imito? Non so e non voglio dirlo. Ma non sono il migliore in questo", ha concluso il campione di Basilea.