Toni Nadal: "Dominio di Nadal, Federer, Djokovic continuerà anche nel 2019"


by   |  LETTURE 3470
Toni Nadal: "Dominio di Nadal, Federer, Djokovic continuerà anche nel 2019"

In un'intervista a Cadana Ser, lo zio di Rafael Nadal, Toni, ha parlato di diversi temi. Gli è stato chiesto se pensa che Rafa, Novak Djokovic e Roger Federer continueranno a dominare anche quest'anno. "Per quello che ho visto nel primo mese di stagione penso di si.

Ci aspettavamo più da Zverev che aveva battuto Djokovic e Federer per vincere le Finals. Non ha fatto granché bene in Australia, ha fallito di nuovo. Zverev sarà al vertice a fine anno e lotterà con loro ma penso che Djokovic e Rafael rimarranno i dominatori così come Federer".

Toni ha anche parlato dell'imminente apertura di un nuovo centro a firma di Nadal settimana prossima: "L'idea della Rafa Nadal Academy è sempre stata quella di avere dei centri in diversi posti del mondo con un costo minore rispetto al centro principale (Maiorca) e tanti vantaggi.

Abbiamo sempre pensato ad un'espansione perché Paesi come Cina, Messico e Doha ci avevano chiesto di costruirne uno lì e Rafael ha detto: 'No, il primo devo essere qui a Manacor nella mia terra'

E dà lì ci si può espandere. L'idea è avere un metodo di allenamento simile o uguale in tutti i posti. Ci sono tanti modi per interpretare il tennis. Puoi giocare a calcio come il Real Madrid o il Barcellona.

Qual è il migliore? Non lo so, ognuno ha il suo modo. Con la tecnologia che c'è ora all'accademia il livello è altissimo" Sul possibile ritiro dal tennis di Andy Murray: "Per gli amanti del tennis Murray è un grande giocatore non solo per aver vinto tre Slam ma anche per essere stato l'unico a tenere realmente testa a Federer, Djokovic e Rafael.

È sempre stato lì, molto vicino a loro. E tra l'altro prima di tutti i problemi che ha sofferto, ha avuto l'anno migliore della sua carriera diventando numero uno. Se potesse recuperare, sarebbe bello ma non è facile perché gli infortuni all'anca sono complicati e hanno costretto molti grandi giocatori a ritirarsi"