La parzialità di Dubai: "Speriamo in un tabellone semplice per Federer"


by   |  LETTURE 10670
La parzialità di Dubai: "Speriamo in un tabellone semplice per Federer"

Il direttore dell'ATP 500 di Dubai scalpita a riavere Roger Federer nel torneo arabo dopo l'assenza del 2018. Sarà un grande evento con anche Kei Nishikori e Marin Cilic nel maschile e praticamente tutte le migliori tranne Serena e Venus Williams e Maria Sharapova nel femminile.

"Siamo entusiasti. Quest'anno nel WTA abbiamo la categoria Premier Five con un tabellone più grande, da 64 giocatrici tra cui nove top ten che è qualcosa di straordinario. Alcune top 10 come Simona Halep, Elina Svitolina e Caroline Wozniacki sono testimonial del nostro brand.

E ovviamente avere Naomi è fantastico. È numero uno del mondo ed è stata qui lo scorso anno. Molte persone a Dubai la seguono perché è asiatica", ha confessato Tahlak in un'intervista a Krajlee Times.

Ci sarà anche Stefanos Tsitsipas che per recuperare energie e arrivare fresco a Dubai salterà il torneo di Marsiglia settimana prossima. "Penso sia il prossimo Roger. È il futuro.

Il gap da colmare sarà grande quando Roger, Rafa (Nadal), Novak (Djokovic), Andy (Murray), (Juan Martin) Del Potro si ritireranno. Quindi il tennis avrà bisogno di nuove star come lui" Infine sulla partecipazione di Federer: "Per Roger, Dubai è importante perché il suo primo torneo ufficiale lo ha vinto a Milano, un torneo organizzato da Dubai Duty Free.

Tra Roger e Dubai c'è sempre stato un grande rapporto. Spero che il tabellone lo aiuti perché se raggiunge la finale e la vince, sarà il suo titolo numero otto a Dubai e anche il 100 in carriera.

Sarebbe un momento magico" Federer ha già fallito il tentativo di arrivare a "quota 100" a Parigi Bercy e alle ATP Finals di Londra nel 2018 e quest'anno agli Australian Open.