In 1.500 a Ginevra per Roger Federer:"Siete il motivo per cui gioco ancora"


by   |  LETTURE 5534
In 1.500 a Ginevra per Roger Federer:"Siete il motivo per cui gioco ancora"

Più di 1.500 persone si sono presentate di fronte al Palazzo Eynard di Ginevra per vedere Roger Federer e Bjorn Borg presentare la terza edizione della Laver Cup. Una giornata ampiamente promossa sui social network dall'evento e anche da Federer, che si è detto molto emozionato nel vedere una risposta così forte del pubblico: "Grazie per essere venuti.

Spero di vedervi a settembre alla Laver Cup. Avere così tante persone di fronte a me è sempre una forte emozione. È questo probabilmente il motivo per cui continuo a giocare" Poi un elogio a Borg: "Adoro trascorrere del tempo con Bjorn, uno dei miei più grandi idoli".

Il portale locale Tribune de Geneve ha intervistato alcuni tifosi presenti. Per Irine, 64 anni, tifare Federer è una tradizione di famiglia: "Mia mamma ha 106 anni e si è svegliata alle 3:00 del mattino per vederlo giocare in Australia.

Non si perde una partita, il suo sostegno è incondizionale. Roger ha firmato un poster in occasione del suo 105mo compleanno. Ora si trova nel salotto". Assen, 49 anni: "Federer è un giocatore straordinario, mi sorprende la sua longevità e la sua personalità"

David, 42 anni: "Sono cresciuto senza genitori e mi sono ispirato a lui per comportarmi in modo corretto. La sua umiltà è impeccabile. Non vado mai a guardare le sue partite dal vivo, ho sempre paura che possa portare sfortuna"

Robert, 76 anni: "Che vinca o perda, è sempre sincero. Il tennis ha guadagnato stima nel mondo grazie a lui. Apprezza il suo sport come nessun altro" Deborah, 27 anni, tifa Nadal ma nutre una profonda ammirazione anche per Federer: "Non potremmo avere nulla di meglio nel tennis. C'è così tanta classe. Sono senza parole"