Del Potro: "Mi è piaciuto giocare nell'era di Federer, Nadal e Djokovic"


by   |  LETTURE 3371
Del Potro: "Mi è piaciuto giocare nell'era di Federer, Nadal e Djokovic"

Nonostante il serio infortunio al ginocchio patito a Shanghai lo scorso ottobre, la stagione 2018 di Juan Martin del Potro è stata la migliore della sua carriera, visto che il gigante argentino ha vinto ad Acapulco e Indian Wells, oltre a raggiungere la finale degli US Open diventando numero 3 ATP per la prima volta in assoluto.

“Poco dopo aver realizzato di essere numero 3 del mondo per la prima volta a 30 anni, ho dovuto fare i conti con una frattura. Se potessi scegliere, opterei comunque per l’era di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic. Mi hanno reso un giocatore migliore” – ha spiegato il campione degli US Open 2009.

Sul suo futuro, Delpo ha aggiunto: “Mi vedo giocare a tennis ancora per qualche anno. Tra cinque anni? Non lo so. Sarò sicuramente a Tandil. Ci sono stati dei momenti in cui ho pensato di lasciare il tennis, ma alla fine la passione per quello che fai ti spinge a continuare a lottare per tornare il più presto possibile.”

La Torre di Tandil ha infine ammesso che la Coppa Davis 2019 non rientra nei suoi piani: “È il momento di lasciare spazio ai giocatori più giovani. Ci sarà un format diverso ma per me è già finita, tocca alle giovani promesse.”