Mouratoglou: "Il ritorno di Federer più grande di quello di Djokovic"


by   |  LETTURE 3363
Mouratoglou: "Il ritorno di Federer più grande di quello di Djokovic"

Nella seconda parte dell'intervista esclusiva con Tennis World Italia l'allenatore di Serena Williams, Patrick Mouratoglou, ha parlato della sua collaborazione con la tennista americana e di tennis in generale.

Interessante la sua considerazione sui due fenomenali ritorni di Roger Federer nel 2017 e Novak Djokovic nel 2018. Entrambi hanno vinto due Slam nelle rispettive stagioni tornando da problemi fisici importanti, a 36 e 31 anni.

"Entrambi i ritorni sono impressionanti - ha ammesso Mouratoglou - ma quello di Roger è di grandezza maggiore. Novak non ha mai perso il suo tennis. Era al top del suo gioco prima di perdere concentrazione e motivazione.

Non era più lo stesso, mentalmente si trovava in una situazione complessa ma il suo gioco non è mai sceso realmente. Il suo ritorno è un grande traguardo ma, in un certo senso, non così sorprendente.

Roger non era al top del suo gioco, poi ha avuto un brutto infortunio ed è stato lontano dalle competizioni per tanto tempo. Quando è tornato, ha giocato molto meglio di quanto non avesse fatto prima dell'infortunio ed è stato capace di fare cose nuove in campo.

Ha battuto Nadal quattro volte, risolvendo i problemi che aveva dovuto affrontare per tutta la sua carriera". "Se Federer è il più grande, Djokovic è il più forte", aveva detto qualche settimana fa sul quotidiano francese Le Figaro.

E nella nostra intervista ribadisce nuovamente il concetto: "Penso che Federer sia il più grande di tutti i tempi, e che nessun altro giocherà bene come lui in futuro. Ma allo stesso tempo Rafa ha avuto un punto di forza, il dritto, che lo ha aiutato a dominare Roger per la maggior parte della sua carriera, mentre Novak, quando è al 100%, è il più forte di tutti e 3".

Alcuni dicono che Federer non diventerà allenatore perché, considerando il suo incredibile talento, non potrebbe sopportare l'idea di avere di fronte un giocatore non perfetto come lui.

È così? "Dubito che Roger voglia diventare un allenatore dopo la sua carriera. Sarà difficile ovviamente per lui accettare che il giocatore che allena non potrà fare sul campo ciò che ha fatto lui.

Ma vedendola da un'altra prospettiva ama il tennis, vede tante partite e apprezza guardare gli altri giocare anche se questi non sono bravi quanto lui. Quindi penso che riuscirebbe ad adattarsi al giocatore". Clicca qui per leggere la prima parte dell'intervista.

Grigor Dimitrov si è allenato per alcuni anni in passato nell'accademia di Mouratoglou. In molti si aspettava un acuto a livello Major del bulgaro che però non è ancora arrivato: "Vincere Slam nel tennis è la cosa più difficile da compiere.

Dal 2006, soltanto sette uomini diversi hanno vinto uno Slam, e nella stra-grande maggioranza dei casi sono stati Novak, Roger o Rafa. Grigor ha giocato per tutta la sua carriera in contemporanea con loro, e una volta che si saranno ritirati dovrà cogliere l'opportunità".

Clicca qui per la seconda parte dell'intervista con Mouratoglou