Annacone: "Djokovic non ha apprezzato la co-esistenza con Federer e Nadal"


by   |  LETTURE 8226
Annacone: "Djokovic non ha apprezzato la co-esistenza con Federer e Nadal"

Qualche settimana fa commentando su Sky Sport Claudio Mezzadri ha parlato del rapporto tra Roger Federer e Novak Djokovic dicendo che lo svizzero non riesce mai a comprendere in modo concreto il serbo, ponendo come esempio dei recenti avvenimenti risalenti alla Laver Cup.

Paul Annacone è stato allenatore di Federer per tre anni e, intervistato da Tennis World Italia, ha parlato del delicato argomento. "Quando ho lavorato con Roger non c'erano problemi.

Nello spogliatoio l'uno chiedeva all'altro come stava e parlavano, quindi a me sembra tutto a posto ma non conosco i dettagli. Roger e Rafa hanno trascorso più tempo insieme, e Novak è arrivato in un periodo che vedeva come protagonisti già due dei migliori giocatori di sempre.

Non credo che abbia apprezzato molto aver giocato in contemporanea agli altri due". Federer ha tanti impegni fuori dal campo: una moglie e quattro figli, sempre tante interviste da fare e 11 sponsor pronti a coinvolgerlo in eventi e pubblicità.

Quanto è frustrante per un allenatore accettare che il tennis non è sempre messo in primo piano? "Ho lavorato con Pete Sampras per otto anni e non aveva tanti impegni come Roger. Roger ha ancora più cose da fare ma sa alla perfezione come gestire il suo dando la priorità al tennis.

Il coach deve capire la persona che ha di fronte e rendersi conto dell'ambiente che lo circonda. Il suo ambiente è molto complesso, ci sono tante persone, ma gestisce tutto molto bene". Sul ruolo della moglie Mirka, ex numero 76 delle classifiche WTA: "È molto intelligente.

Conosce il tennis molto bene e, cosa più importante, conosce Roger. Proprio per questo lo aiuta a prendere decisioni difficili ricoprendo una parte importante nel suo successo. Roger è anche padre e stare con i suoi figli lo rilassa"

Sugli alti e bassi di Roger nel 2018: "Ha iniziato alla grande in Australia. Poi per il suo livello il resto dell'anno è stato buono. Sarà molto interessante vedere come giocherà a Melbourne.

Parliamo sempre della sua età e ovviamente invecchiare è brutto per tutti i giocatori, ma lui può essere aiutato dal suo talento" Per quanti altri anni giocheranno Federer e Nadal? "Spero molti, ma Rafa si infortuna più spesso e forse Roger non potrà avere una programmazione completa ma giocando meno potrebbe comunque stare ad alto livello.

Sono verso la fine della loro carriera e non so quando si ritireranno, anche perché fanno cose impensabili per gli altri. Spero Roger rimanga nel circuito per un altro paio di anni e spero qualcuno in più per Rafa".

Clicca qui per la terza parte dell'intervista con Annacone