Fondazione Roger Federer, traguardo storico:un milione di bambini raggiunti



by   |  LETTURE 5133

Fondazione Roger Federer, traguardo storico:un milione di bambini raggiunti

Missione compiuta. La Fondazione Roger Federer ha raggiunto un traguardo storico: alla fine di questo mese, dicembre 2018, un milione di bambini avranno in contemporanea beneficiato del lavoro fatto dall'associazione benefica del tennista svizzero.

Già nel 2015 Roger aveva fissato questo obiettivo, che poteva sembrare improponibile. E invece grazie al tanto denaro raccolto attraverso le cinque edizioni di Match for Africa (la prima nel 2010 a Zurigo con Nadal, l'ultima a marzo a San José, Stati Uniti, e la prossima nel 2019 in Giappone), la Fondazione Federer ha visto i suoi "guadagni" incrementare a dismisura, investendo - grazie alla collaborazione anche di organizzazioni locali - sulla formazione di insegnanti, la costruzione di scuole e tutti i servizi adatti a garantire un ambiente sicuro e confortevole ai bambini poveri della Svizzera e soprattutto dell'Africa.

I numeri parlano chiaro: sono 44 i milioni di dollari raccolti dalla Fondazione Federer dal 2004, anno della sua creazione, ad oggi. "Roger raggiunge sempre i suoi obiettivi, quindi anche in questo caso l'unica cosa da fare era riuscire nel nostro intento - ha detto Janine Händel, CEO della Roger Federer Foundation, in un'intervista esclusiva con Tennis World Italia -. Per Roger, l'educazione umana e scolastica, fin da una giovane età, è fondamentale, soprattutto da quando è diventato padre nel 2009: lì ha visto i progressi che compiono i bambini, con quanta rapidità imparano le cose.

Solo attraverso l'educazione possono diventare delle persone migliori, essere preparati a gestire i problemi della vita, a uscire dalla povertà e a trovare un lavoro" Federer è stato nel continente africano diverse volte, l'ultima quest'anno ad aprile in Zambia per ben cinque giorni.

"Quando viene in Africa, Roger si disconnette da tutti ciò che riguarda il tennis, che siano gli allenamenti o la fisioterapia. Ma si diverte tantissimo. La cosa più impressionante è il suo approccio con le persone, non solo in Africa ma in ogni posto che visita.

I bambini di solito sono timidi, ma con Roger cambiano: vanno da lui, lo abbracciano e lo toccano. Sulla homepage del nostro sito c'è una foto in cui Roger è completamente circondato dai bambini e un bimbo gli tocca l'orecchio, una cosa sorprendente perchè in Africa questo è un gesto considerato dispregiativo.

Ma Roger fa sentire ognuno di loro così a loro agio che cambia tutto". Federer non ha mai giocato un'esibizione benefica in Africa, ma un giorno, ha assicurato la Händel, il suo sogno diventerà "sicuramente" realtà.

Sua mamma Lynette ha origini sudafricane e "ha educato suo figlio a diventare un filantropo - ha rivelato Händel -. Attraverso i suoi valori, ha insegnato a Roger a ringraziare. Le nostre iniziative in Africa sono supervisionate da mamma Lynette, che viene spesso in Africa insieme al marito Robert.

Il ruolo di Robert invece si concentra soprattutto in Svizzera: viaggia per tutta la Nazione rappresentando in ambito tennistico e non la nostra Fondazione. Anche Mirka è al centro non solo della Fondazione di Roger ma anche della sua vita, prendendo parte alle riunioni che organizziamo.

Mirka e Roger parlano spesso con Bill Gates (che ha giocato due match di esibizione con Roger nel 2017 e 2018) e Melinda, imparando tante cose sul ruolo del filantropo" La Fondazione Federer continuerà ad esistere ancora per molti anni, e molto probabilmente anche i quattro figli di Roger in futuro saranno attivi concretamente nei progetti.

"In maniera informale fanno già parte della Fondazione - ha confermato Janine -. Sono molto interessati a ciò che facciamo, ci fanno domande sul nostro lavoro. Quando Roger è in Africa, ovviamente i suoi bimbi vedono le foto e, nonostante siano piccoli, capiscono che lavora per la Fondazione".

Infine, è molto interessante ciò che la Händel dice su come i bambini della Fondazione vedono una celebrità come Federer, che finora - come riportato da Forbes - ha guadagnato 640 milioni di dollari dalla sua carriera da tennista.

"Sia i bambini che gli adulti sanno che è una persona famosa, ma non concepiscono che Roger guadagni così tanti soldi da poterne donare ai meno privilegiati. Questo è dovuto alla cultura africana"