Krajicek: "Le regole cambieranno quando nessuno sarà famoso come Federer"


by   |  LETTURE 8815
Krajicek: "Le regole cambieranno quando nessuno sarà famoso come Federer"

Richard Krajicek, direttore del torneo di Rotterdam, ha molto apprezzato le nuove regole introdotte alle Next Generation ATP Finals di Milano. Krajicek ritiene che i set ridotti a 4 game siano il futuro del tennis.

“L’ambiente è più caldo. Riesco a vedere solo i benefici di questa scelta, ma molti giocatori non apprezzano tale regola ed anche i fan credono che questo sia troppo lontano dal tennis tradizionale.

Anche a Wimbledon è stato introdotto il tie-break sul 12 pari al quinto set. Non voglio dire però che queste regole non saranno mai introdotte nel circuito maggiore” , ha spiegato Krajicek durante un’intervista al Telegraaf.

“I giocatori e la folla sono convinti che le partite lunghe siano un qualcosa di unico sotto il punto di vista emozionale. Guarda l’ultima partita giocata a Parigi-Bercy da Roger Federer e Novak Djokovic, le persone ne parlano ancora divertite.

Le nuove regole potranno forse essere ammesse solo tra quattro o cinque anni. Mi aspetto anche che vengano eliminati i giudici di linea, perché considero prioritario l'Hawk-Eye (occhio di falco) “. Krajicek non si aspetta dunque grandi cambiamenti nel breve periodo.

Le cose funzionano molto bene in questo momento, soprattutto grazie a Federer, Djokovic e Rafael Nadal. Ma se tra cinque anni nessuno riuscirà ad avere il loro stesso successo, potrebbe essere necessario apportate alcune importanti modifiche”.