Direttore ATP Rio: "Federer privilegiato? Tornei guardano propri interessi"


by   |  LETTURE 2212
Direttore ATP Rio: "Federer privilegiato? Tornei guardano propri interessi"

Luiz Carvalho sa cosa significa gestire un torneo di tennis. Il brasiliano è il direttore dell'ATP 500 di Rio fin dalla sua creazione (nel 2014), dell'ATP 250 di Chengdu e del WTA di Shenzhen.

Intervistato da Tennis World Italia, Carvalho ha dato la sua opinione sui presunti trattamenti speciali che, a detta di Julien Benneteau, Roger Federer riceve dai tornei. Benneteau ha criticato il fatto che Federer giochi spesso di stasera al fresco.

Per Carvalho è qualcosa di normale: dal 2014 al 2016 anche a Rio Rafael Nadal giocava sempre di sera. "Non si tratta soltanto delle preferenze dei giocatori. Il tennis è un business e i tornei devono far giocare i top player, quelli che sono i più titolati e più in alto in classifica, agli orari migliori, ossia di sera, soprattutto durante la settimana visto che tanti vengono al torneo a fine giornata.

Bisogna agire negli interessi degli sponsor, dei tifosi e delle TV, altrimenti il business finisce". A Shenzhen nella prossima edizione in programma a inizio gennaio la star principale sarà Maria Sharapova, che a detta del presidente della Federtennis russa potrebbe disputare la sua ultima stagione nel 2019.

Ma Carvalho non lo conferma: "Ci sono spesso tante speculazioni sul ritiro di Rafa, Roger, Serena e Maria. Spero Maria giochi per altri anni perché è una testimonial perfetta per il tennis in tutto il mondo.

Per il futuro del tennis sono in ogni caso fiducioso: ci vorrà un po' di tempo prima che la nuova generazione possa promuovere il tennis a livello globale come hanno fatto le leggende attuali. Osaka, Zverev e Thiem si stanno già imponendo ad alto livello nei tornei più importanti".