Roger Federer spiega cosa lo rende così difficile da battere


by   |  LETTURE 8029
Roger Federer spiega cosa lo rende così difficile da battere

Roger Federer ha vinto 98 titoli in carriera e, all’età di 37 anni, è ancora ai massimi livelli. Ma cos’è che lo rende così difficile da battere? Lo svizzero ha individuato la risposta nella completezza del proprio gioco.

I giocatori che affronto sanno che non devono guardarsi solo dal mio dritto o dal mio servizio nei punti importanti” ha spiegato Federer. “Penso che, alla fine, tu debba sentirti in fiducia con te stesso.

Ho la piena consapevolezza di fare le cose giuste, di lavorare nel modo giusto. Penso che già questo mi renda un tennista migliore. Posso contare su molti punti di forza, così, se qualcosa va storto, magari un colpo, posso compensare con altre armi del mio repertorio.

Penso che questo mi renda particolarmente difficile da battere”. Federer non perde poi occasione per celebrare la memoria del suo vecchio coach Australiano Peter Carter, morto in un incidente stradale nel 2002 in Sud Africa.

Mi ha insegnato come essere un gentiluomo, come agire da uomo, e mi ha trasmesso anche tanti insegnamenti tecnici” ha detto lo svizzero. “Giocava anche meglio di me ai tempi. Penso di aver sempre cercato di giocare un po’ come lui, specialmente con il rovescio.

Ho imparato molto da lui perchè era una grande persona”. .