Roger Federer: "A volte vorresti non affrontare Djokovic e Nadal"


by   |  LETTURE 5006
Roger Federer: "A volte vorresti non affrontare Djokovic e Nadal"

Roger Federer ha spesso detto che non avrebbe vinto così tanti titoli se non fosse stato spinto dal desiderio di migliorare per superare i suoi più grandi rivali. In una recente intervista, il giocatore svizzero ha ribadito il concetto.

Novak Djokovic è un bravo sportivo, e ci godiamo le dura rivalità attraverso ragazzi come lui o Andy Murray e Rafael Nadal, chiunque sia in cima. Ti rendono un giocatore migliore. Penso che siamo, in una certa misura, grati che anche l’altro ragazzo giochi a questi livelli.

A volte, naturalmente, ci piacerebbe che non fossero lì, così la strada verso la vittoria sarebbe un po’ più facile, ma allo stesso tempo è fantastico giocare contro giocatori di così buona qualità” , ha detto Federer.

Ma quanto è difficile rimanere mentalmente forti dopo aver ottenuto molto successo nel tennis? Roger è esperto in materia, poiché ha sempre avuto una carriera costante e solida. “Ti concentri su te stesso, sul tuo gioco.

Non penso che riguardi gli avversari, ma il tuo stesso gioco, il corso o qualunque cosa sia. È completamente diverso nel golf rispetto al tennis. Ho tenuto le mie emozioni sotto controllo negli ultimi nove anni, quindi non ho bisogno di chiedermi se è nelle mie corde o meno.

Una volta ogni tanto urlo, questo perché mi piace farlo. Non è qualcosa che sento di dover controllare. Se succede, non è un grosso problema. Sono in assoluta pace con me stesso. Altri giocatori o altri atleti lo fanno diversamente per esibirsi bene, per ricordare a se stessi che hanno bisogno di stare meglio o per adattarsi alle situazioni”.