Roger Federer: "Non posso giocare tutto. Troppi tornei, voglio stare bene"


by   |  LETTURE 11627
Roger Federer: "Non posso giocare tutto. Troppi tornei, voglio stare bene"

Dal 2017 la carriera di Roger Federer è cambiata. Niente più terra rossa (almeno per ora) e una media di un torneo al mese nel corso dell'anno per rimanere più integro possibile fisicamente.

Parlando a poche ore dall'esordio a Cincinnati contro Peter Goyowyczk, Federer ha detto: "Mi sono allenato duramente, sono ansioso. Ho scelto di saltare Toronto per la salute del mio corpo. Non voglio essere infortunato, ci sono troppi tornei".

Ma ha ammesso anche che "vedere il tennis da fuori è difficile". "Ma fa parte dell'invecchiamento, bisogna prendersi cura del proprio corpo. E' più facile per me ora prendermi del tempo libero.

Vorrei poter giocare tutto ma non è possibile. Sono più rilassato per quanto concerne la mia programmazione. Ho più tempo per la mia famiglia, e questo è importante. La fase folle della mia esistenza è passata.

E' bello tornare e spero di giocare un buon torneo". Sull'assenza di Rafael Nadal, ha aggiunto: "E' un peccato che non ci sia, ma rimane comunque un tabellone straordinario.

Raonic e Nishikori nel mine vaganti, Stan Wawrinka e anche Djokovic che non è ancora nei primi 4 in classifica, quindi non sai dove te lo ritroverai". .