Roger Federer racconta un aneddoto divertente sul suo primo Wimbledon


by   |  LETTURE 4558
Roger Federer racconta un aneddoto divertente sul suo primo Wimbledon

Durante l’ultima edizione di Wimbledon, Roger Federer ha raccontato un “aneddoto divertente”, così lo ha descritto, sul suo primo anno all’All England Club, quando giocò il torneo Juniores.

In particolare, l’episodio in questione riguarda il primo turno di quel 1998. Federer all’epoca aveva solo 16 anni, si sentiva estremamente teso. “Ricordo di essere sceso in campo e mentre mi stavo scaldando ho avuto l’impressione che la rete fosse più alta del solito, qualcosa non andava”, ha detto l’elvetico.

Così sono andato dall’arbitro e gli ho chiesto ‘Hai controllato la rete? L’altezza è giusta? Perché mi sembra troppo alta’, lui mi ha risposto ‘Si ho controllato, è giusta’.

A quel punto gli ho chiesto se poteva controllare di nuovo, mi ha fatto un favore ed è andato a verificare che fosse tutto regolare, per poi dirmi ‘L’altezza è corretta, mi dispiace’. Nella mia testa ho pensato ‘Certo che è corretta, è Wimbledon, pensi che possano sbagliare?’.

Fatto sta che il mio nervosismo non è diminuito e mi sembrava di giocare con una rete da pallavolo. Comunque ho vinto quella partita ed il torneo è andato bene”. Federer alla fine riuscì a vincere il titolo Juniores, battendo con il punteggio di 6-4 6-4 l’irlandese Irakli Labadze, diventato poi un giocatore di alto livello, con un best ranking fissato alla posizione numero 42 della classifica Atp.

.