Roger Federer: "Avrei dovuto ascoltare di più i miei genitori da bambino"


by   |  LETTURE 3363
Roger Federer: "Avrei dovuto ascoltare di più i miei genitori da bambino"

In una recente intervista al canale SRF Swiss TV, il 20 volte campione slam Roger Federer ha parlato dell’importanza di suo padre Robert e della madre Lynette durante il percorso che lo ha portato a intraprendere una carriera professionale.

Queste le parole dell’elvetico: “I miei genitori mi hanno fatto conoscere il tennis, e hanno giocato un ruolo importante nello sviluppo della mia carriera, sia come giocatore che come persona. Da bambino la mia vita era normale, poi a 14 anni mi sono ritrovato lontano da casa, non è stato facile.

Loro mi hanno sempre supportato da lontano, ma senza mai togliermi spazio. Sono genitori meravigliosi e vorrei averli ascoltati di più quando ero giovane, ma non penso siano troppo arrabbiati con me” L’ultima volta che Robert Federer ha rilasciato un’intervista in cui parlava del successo del figlio, è stata quest’anno a febbraio, quando il campione svizzero è tornato numero 1 del mondo per la prima volta dal 2012.

L’attenzione verso mio figlio era incredibile, enorme”, ha detto Robert. “Ho ricevuto chiamate e messaggi da Africa, Europa, Stati Uniti e Australia, sono stato contattato dal triplo delle persone rispetto a quando Roger ha vinto l’Australian Open o Wimbledon” .