Hopman Cup 2019, Roger Federer pagato come nel 2016 per giocare


by   |  LETTURE 4470
Hopman Cup 2019, Roger Federer pagato come nel 2016 per giocare

Per far giocare Roger Federer in un torneo di minore importanza, fuori dai Master 1000 e dagli Slam, serve uno sforzo economico notevole. Per il terzo anno di fila lo svizzero ha scelto di iniziare la nuova stagione, in questo caso quella del 2019, alla Hopman Cup, al seguito di lunghe trattative iniziate già agli Australian Open.

Il Governo dell'Australia Occidentale è uno degli sponsor principali del torneo e ogni anno ha aiutato in modo importante gli organizzatori a pagare l'ingaggio di partecipazione di Federer, il più grande mai pagato a un tennista nei 31 anni di storia dell'evento.

L'Hopman Cup tra l'altro coincide con Doha, che clamorosamente negli ultimi anni non riesce più a raggiungere un accordo con Federer e Nadal (anche lo spagnolo sembra intenzionato a cominciare il 2019 in Australia, di nuovo a Brisbane).

A margine della conferenza stampa tenuta martedì a Perth, il Ministro del Turismo Paul Papalia ha detto: "Non possiamo rivelare quanto abbiamo pagato Roger, ovviamente, perché ciò comprometterebbe le nostre possibilità di portare Roger o qualunque altra figura importante in futuro". Non sono mancate le critiche da parte di Mark McGowan, Premier del Western Australia, sulla scelta dello Stato di contribuire economicamente nella negoziazione con Federer.

"Quando il leader avversario afferma 'devono dirci quanto lo hanno pagato', potete rispondergli che la somma è stata la stessa che hanno pagato loro due anni fa quando hanno firmato un accordo confidenziale". Gli unici ingaggi di Federer rivelati negli anni sono stati quelli per l'ATP 500 di Rotterdam 2012 e 2013 ($1 milione netto a edizione), $3 milioni IPTL, $800.000 (Brisbane), apparentemente $1 milione Stoccarda.