"Roger Federer entrava nel Foro Italico in maniera invisibile"


by   |  LETTURE 13839
"Roger Federer entrava nel Foro Italico in maniera invisibile"

Interessante aneddoto su Roger Federer e le sue abitudini al Foro Italico, dove ha giocato finora per l'ultima volta nel 2016. Gabriele Bianco è il responsabile da 28 anni dell'"ufficio allenamenti" dove manager, giocatori e giocatrici, allenatori, si recano per prenotare data e ora di un campo di allenamento durante gli Internazionali d'Italia.

Intervistato da Stefano Meloccaro di Sky Sport, Gabriele Bianco inizia il suo racconto mostrando profonda ammirazione verso Federer. Com'è Federer? "È bravissimo, soprattutto fuori dal campo - sottolinea con una voce quasi soave -.

Per esempio, lui per cercare un po' di riservatezza, è riuscito a trovare un posto dove concentrarsi e dove nessuno tranne io e forse qualche guardia del corpo sapeva. Riusciva a entrare nel Foro Italico in maniera invisibile e riusciva a restare nell'angolo più nascosto.

È una specie di spogliatoio dismesso ma comunque ancora attivo che trovò anche probabilmente grazie alla mia complicità. Un qualcosa che non serve al torneo ma funzionante al 100% e che lui adopera come suo angolo preferito per concentrarsi, rilassarsi, massaggiarsi prima e dopo gli allenamenti e i match".

Difficilmente tornerà a frequentare quel luogo "misterioso" ma tremendamente bello Federer, che tra un anno per l'edizione 2019 di Roma avrà quasi 38 anni, ma questa è l'ulteriore testimonianza di quanto questo torneo per lui sia speciale.