L'uomo che ha battuto Federer e ora gioca a poker


by   |  LETTURE 4250
L'uomo che ha battuto Federer e ora gioca a poker

Mariano Zabaleta è stato numero 21 del mondo nel ranking di singolare ATP nell'anno 2000, e ora, ritiratosi da un decennio, si dedica al poker. Qualche giorno fa è stato al Casino di Monte Carlo dove ha disputato un torneo del codice europeo su invito degli organizzatori.

Zabaleta ha iniziato ad appassionarsi di poker verso la fine della sua carriera da tennista: "Gli ultimi due anni giocavo online, mi divertivo. È un gioco che tiene nin allenamento la mente, bisogna avere pazienza, strategia, ha molte somiglianze col tennis. I tornei che gioco mi stancano molto di più rispetto a quelli che facevo di tennis. Stavo in campo al massimo tre o quattro ore, qui inizi a mezzogiorno e finisci alle nove di sera. Nove ore consecutive giocando a poker, con pause di 15 minuti ogni due ore. Mentalmente e uno sforzo brutale. Quelli che continuano a vincere giocano 10-11 ore al giorno per 3-4 giorni".

Ha un rimpianto ripensando alla sua carriera sportiva: non aver mai potuto affrontare Rafael Nadal. "Sì, mai contro Rafa, anche se ci allenavamo molte ore al giorno in tanti tornei. L'ho visto crescere, lo conoscevo già quando aveva 14-15 anni, ci siamo allenati milioni di volte insieme, anche a Maiorca, ma non abbiamo mai giocato contro".

Se ha un rammarico, ha anche delle gioie da condividere: "Federer l'ho battuto, è qualcosa che mi rende molto felice. Lì per lì non diedi molto valore a questo, anche se me lo sono goduto. Però ora dopo tanti anni e vedendo la carriera di Federer, è meraviglioso poter dire a miei figli che ho battuto il più grande del tennis insieme a Rafa".

Dovesse creare il giocatore di poker perfetto, sceglierebbe"la mentalità di Nadal, questo lo dico sempre, il rovescio in slice di Federer, il dritto del cileno Fernando Gonzalez e il rovescio di Djokovic quando sta bene".