Ranking 12/02/2024 Sinner può fare la storia, pazzesco Darderi



by REDAZIONEMIA

Ranking 12/02/2024 Sinner può fare la storia, pazzesco Darderi
© Cameron Spencer/Getty Images

Dopo qualche settimana di riposo Jannik Sinner torna nuovamente in campo, lo farà in quel di Rotterdam, Atp 500 che puo' portare il talento azzurro nella storia del tennis nostrano. Jannik sarà la testa di serie numero uno e in caso di vittoria del torneo l'azzurro può scavalcare Medvedev in classifica e fare la storia; nessun italiano nell'era Open ha raggiunto la posizione numero tre e Jannik sarebbe il primo, raggiungendo l'ennesimo record storico degli ultimi mesi.

Questa settimana non è Jannik il protagonista azzurro della settimana ma non possiamo citare l'impresa di Luciano Darderi, protagonista di una settimana da record a Cordoba, in Argentina. L'azzurro è entrato ufficialmente in Top 100, aumentando la colonia di azzurri nei primi 100 del circuito.

Primo torneo in carriera grazie alla finale vinta su Bagnis (arrivato acciaccato all'evento) e un salto di oltre 50 posizioni con Dardari che ora è numero 76 delle classifiche mondiali. Grandissimo colpo con Luciano che spera di restare fisso tra i migliori 100, l'Italia può sognare: c'è un altro azzurro in circolazione.

Nessun cambiamento in Top Ten e il primo reale cambiamento è avvenuto invece con la vittoria a Marsiglia di Ugo Humbert, best Ranking per lui che è ora numero 18 delle classifiche mondiali. Nonostante il momento no guadagna una posizione nel ranking Lorenzo Musetti, ora numero 26 delle classifiche mondiali.

In calo invece Arnaldi e Sonego, entrambi perdono due posizioni in classifica Atp. Male anche Baez mentre Best Ranking per Etcheverry, Zhang e soprattutto Marcos Giron, protagonista nella finale di Dallas. Con la vittoria di Nagal a Chennai l'indiano guadagna posizioni ed entra nella Top 100.

Appuntamento invece rinviato per Luca Nardi che con la finale ottiene il suo Best Ranking ed è ora numero 108 delle classifiche mondiali. Stabile dietro Fabio Fognini e Matteo Berrettini, a caccia di ripresa. Con la vittoria ad Abu Dhabi la Rybakina torna numero quattro al mondo e scavalca Jessica Pegula.

Top Ten immutata con tutte le big o quasi impegnate in quel di Doha, assente solo la campionessa di Melbourne Aryna Sabalenka. Continua a crescere la sedicenne Andreeva, ancora Best Ranking e ora numero 33 nel circuito. Guadagna una posizione Jessica Paolini.