Ranking Atp/Wta 02/08/21 - Ruud verso la Top 10, ancora in calo Sinner e Fognini



by   |  LETTURE 7120

Ranking Atp/Wta 02/08/21 - Ruud verso la Top 10, ancora in calo Sinner e Fognini

Sono terminate ufficialmente le Olimpiadi di Tokyo per quel che riguarda la categoria tennis e sicuramente la grande sorpresa è che non ha vinto Novak Djokovic ma bensì la Germania con Alexander Zverev. La classifica Atp non ha risentito di queste giochi (non si prendono punti li) e la Top Ten resta totalmente invariata rispetto alla scorsa settimana.

Il primo movimento della classifica riguarda uno scatenato Casper Ruud: il tennista norvegese ha vinto il suo terzo torneo in altrettante settimane e con la vittoria a Kitzbuhel si porta al dodciesimo posto in classifica scavalcando così Hurkacz e Schwartzman, quest'ultimo sempre più in difficoltà.

Perde qualche punticino anche l'azzurro Jannik Sinner che perde così un'altra posizione in classifica a discapito del russo Aslan Karatsev. Ritorna in Top 30 il vincitore di Atlanta John Isner che guadagna 5 posizioni e scavalca tra gli altri anche il nostro Fabio Fognini, anch'egli in calo.

In Top 50 bene anche Korda e Struff con il giovane americano che migliora anche il suo Best Ranking. Ancora in crescita Carlos Alcaraz che nonostante tutto migliora il suo Best Ranking e si porta al numero 54 al mondo, anche Musetti guadagna una posizione.

Best Ranking anche per Gianluca Mager che guadagna 3 posizioni e diventa numero 71 al mondo. In Top 100 grossi salti per lo spagnolo Pedro Martinez e per il francese Rinderknech che guadagnano rispettivamente 21 e 12 posizioni in classifica.

Grandissimo salto ed ingresso nella Top 100 per la prima volta in carriera per l'enfant Prodige americano e finalista ad Atlanta Brandon Nakashima che guadagna quasi 30 posizioni e diventa numero 89 al mondo. Bene anche il francese Bonzi che entra in Top 100 mentre tra gli italiani ancora in calo gli italiani Cecchinato e Caruso.

Situazione tra le donne, crollo Giorgi

Situazione simile anche nel tennis femminile dove non c'è alcun movimento tra le primissime posizioni. Il primo cambio arriva in 14 posizione con il sorpasso dell'americana Brady ai danni dell'Azarenka, poi dopo sorpassi di Kontaveit ed Ostapenko alla Pegula ed alla spagnola Paula Badosa.

Ottimo salto per la giovane Marta Kostyuk che guadagna quattro posizioni e migliora il suo Best Ranking in classifica. Bene anche la Martincova mentre crolla Camila Giorgi che perde qualche punto ma che gli costano dieci posizioni in classifica.

Perde cinque posizioni anche la Paolini mentre la Trevisan guadagna due posizioni e si porta così al 100 posto in classifica.