Nadal: "Anche nel 2022 ho vinto in condizioni complicate? La situazione è diversa"

Il 22 volte campione Slam ha parlato dell'ultimo successo ottenuto a Parigi

by Redazione
SHARE
Nadal: "Anche nel 2022 ho vinto in condizioni complicate? La situazione è diversa"
© Dan Istitene/Getty Images

Nel 2022, dopo la brutta sconfitta contro Denis Shapovalov agli ottavi di finale del Masters 1000 di Roma, Rafael Nadal si era aperto sul problema al piede mettendo in discussione la sua partecipazione al Roland Garros. A poche settimane dalle sue preoccupanti dichiarazioni, però, lo spagnolo ha conquistato per la 14esima volta lo Slam parigino incrementando il suo incredibile record.

Nadal si è sottoposto ad alcuni duri trattamenti che gli ha permesso in qualche modo di anestetizzare il nervo del piede. In conferenza stampa hanno ricordato al maiorchino quella fase della sua carriera, ma il diretto interessato ha spiegato che ora la situazione è completamente differente e non è legata solo agli infortuni.

Nadal: "Anche nel 2022 ho vinto in condizioni complicate? La situazione è diversa"

"Credo che siano molto diverse come esperienze per un semplice fatto: nel 2022 il piede era in pessime condizioni, sono partito da Roma zoppo...

ma il mio livello di tennis era altissimo. Avevo appena vinto l'Australian Open, il torneo di Acapulco e raggiunto la finale a Indian Wells. In questo ultimo caso mi sono anche rotto una costola. Stavo giocando molto bene contro grandi giocatori.

Adesso le cose non stanno così e la situazione è diversa. In quel momento dovevo risolvere il problema al piede. Sono riuscito ad 'addormentare' il piede anestetizzando i nervi: questo mi ha permesso di giocare, anche se alla fine ero stremato" , ha spiegato Nadal nel corso del Media Day.

"Anche se non parliamo di una situazione ideale, ero competitivo. Questa volta ho trascorso il periodo più lungo della mia vita lontano dai campi. La situazione è molto più complicata e per di più non sono testa di serie.

Non possono essere paragonate le due situazioni. Mi sto allenando bene ora, ma non ho davvero avuto il tempo di costruire quella concentrazione e quegli automatismi. Ho giocato con alcune limitazioni nelle scorse settimane con problemi all'anca e agli addominali.

La mobilità era limitata e influisce sulle prestazioni. Ora provo sensazioni diverse da circa una settimana e mi piace competere quando sono così entusiasta" .

SHARE