Quanto costa una lezione privata con Nadal e Alcaraz a Las Vegas? Cifre folli

I due tennisti spagnoli terranno alcune lezioni a Las Vegas in occasione de "El Slam de Netflix"

by Gianluca Ruffino
SHARE
Quanto costa una lezione privata con Nadal e Alcaraz a Las Vegas? Cifre folli
© Clive Brunskill/Getty Images

Sogni di allenarti con un campione come Rafa Nadal o Carlos Alcaraz? È arrivato il tuo momento! Basta soltanto ipotecare la propria casa, i campioni ti stanno già aspettando. Questa non è una pubblicità ben congeniata da un marketer, ma l’iniziativa folle proposta agli appassionati in occasione de “El Slam de Netflix”, il match di esibizione tra i due campioni spagnoli in programma il 3 marzo alla Michelob ULTRA Arena del Mandalay Bay Resort and Casino di Las Vegas che verrà trasmesso in diretta streaming in esclusiva dalla nota piattaforma.

In occasione dell’evento infatti sono state previste altre iniziative per intrattenere il pubblico. Se i prezzi per assistere al match superano i 500 dollari, quelli per la lezione privata raggiungono cifre assolutamente esorbitanti.

La richiesta per qualche ora con i due tennisti iberici è di 150 mila dollari (140 mila euro), che scende a 25 mila dollari per allenarsi con Taylor Fritz e Frances Tiafoe e a 2 mila per essere seguiti da John Isner e Sam Querrey.

Se i prezzi dovessero sembrare folli e inaccessibili, vi stupirete nello scoprire che quelli per incontrare Nadal e Alcaraz hanno già registrato il tutto esaurito. Si tratta dell’ennesima mossa di commercializzazione di questo sport, che con l’avvento dell’Arabia Saudita nel mondo del tennis ha visto crescere esponenzialmente il numero di eventi di esibizione che ricoprono di oro i partecipanti, su tutti il format del “Six Kings Slam” in programma a fine anno.

Carlos Alcaraz e Rafa Nadal: la situazione fisica non è delle migliori

Quello che preoccupa chi ha già speso i propri soldi per assistere allo “spettacolo” tra i due tennisti spagnoli sono le loro condizioni fisiche tutt’altro che ottimali.

Rafa Nadal, dopo quasi un anno lontano dal circuito, è tornato ad inizio anno a Brisbane, ma dopo il terzo incontro è stato nuovamente costretto a fermarsi e rinunciare agli Australian Open per una microlacerazione muscolare.

Il 20enne di Murcia invece non ha brillato nel suo inizio di stagione, e nell’ultimo impegno a Rio De Janeiro, torneo in cui difendeva la finale conquistata lo scorso anno, è stato costretta a ritirarsi contro il padrone di casa Monteiro per una brutta distorsione alla caviglia.

Sarà meglio per loro prendere qualche antidolorifico nelle prossime settimane, li aspettano alcune lezioni piuttosto importanti.

Alcaraz
SHARE