Toni Nadal: "Rafa vuole tornare in campo nel 2024, sperando che Alcaraz..."

Lo zio del tennista iberico parla del suo ritorno nel circuito: l'obiettivo è vincere, Alcaraz permettendo

by Martina Sessa
SHARE
Toni Nadal: "Rafa vuole tornare in campo nel 2024, sperando che Alcaraz..."

Mentre Rafael Nadal è in vacanza con la sua famiglia, a dare aggiornamenti sulle sue condizioni ci pensa zio Toni. L’ex coach ha parlato in occasione del Open Castilla y León-Villa de El Espinar di suo nipote Rafa, fermo ai box per riprendersi dagli infortuni fisici che l’hanno perseguitato negli ultimi mesi.

Un torneo speciale anche per l’ex numero uno del mondo, che ha conquistato il titolo venti anni fa, nel 2003. “Vincere il Challenger, che si diceva fosse il migliore al mondo, è stato importante per noi. Ci è servito come buona preparazione per gli US Open.

Siamo molto grati agli sforzi di tutti coloro che organizzano tornei di questo livello”, ha raccontato zio Toni in occasione della cerimonia organizzata dal torneo, come riportato da Marca. In questa occasione, ha svelato anche l’obiettivo del 14 volte campione del Roland Garros per il prossimo anno, quando tornerà nel circuito: “Rafa sta bene, è in vacanza, vuole scendere in campo nel 2024.

Speriamo che Alcaraz ci faccia vincere qualcosa allora. È entusiasta di tornare e ritirarsi in pista”.

Le aspettative su Alcaraz e Djokovic

Non è la prima volta che Toni Nadal esalta le qualità tennistiche e non solo di Carlos Alcaraz.

Aveva fatto lo stesso anche dopo la finale di Wimbledon, vinta dall’iberico contro Novak Djokovic. “Sinceramente non vedo nessun tennista nel panorama attuale, a eccezione di Nole, capace di fermare l’inarrestabile ascesa di Carlos”: è il pensiero dell'allenatore espresso ai microfoni di El Pais, che in questo momento sta seguendo il canadese Felix Auger-Aliassime.

L’ex coach ha parlato anche del tennista serbo, grande rivale di suo nipote in questi ultimi venti anni. “Immagino che non gli restino molti anni e, quindi, penso che i tifosi spagnoli avranno l’opportunità di godersi molte più partite e festeggiare tante altre vittorie, sia nelle calde che nelle fredde domeniche pomeriggio”, ha concluso zio Toni.

Toni Nadal Alcaraz
SHARE