Alex Corretja: "Sarà un Roland Garros strano senza Rafael Nadal"

L'ex tennista ha parlato del forfait dello spagnolo in un'intervista a Eurosport

by Luca Ferrante
SHARE
Alex Corretja: "Sarà un Roland Garros strano senza Rafael Nadal"

Non si accetta così facilmente il forfait di Rafael Nadal al Roland Garros. Anche gli ex tennisti stanno esprimendo in queste ore il loro choc per l'annuncio effettuato dal campione spagnolo attraverso una conferenza stampa direttamente dalla sua accademia.

È uno dei momenti più complicati della carriera dell'iberico, che dovrebbe stare fermo per tutta la restante parte della stagione 2023 e al termine dell'Open di Francia sarà costretto a uscire dalla top 100 nel ranking mondiale Atp.

L'ultimo a dare la propria opinione sull'argomento centrale degli ultimi giorni nel circuito è stato Alex Corretja, in un'intervista rilasciata a Eurosport: "Sono rimasto vuoto, mi dispiace molto. Rafa ha fatto tutto il possibile per giocare a Parigi: per lui decidere che non potrà partecipare perché il suo fisico non lo accompagna è molto difficile da accettare" ha spiegato.

Il commentatore televisivo ex numero 2 del mondo ha aggiunto: "Sarà un torneo completamente diverso e un po' strano senza di lui, ci mancherà tantissimo. Ormai associ sempre la settimana del Roland Garros a Rafael Nadal, soprattutto se ha vinto quel trofeo ben 14 volte.

Quando sarà sul divano di casa, si renderà conto della grandezza di ciò che ha fatto in questo torneo" ha concluso.

Un dato surreale

Se dovesse essere confermato che il maiorchino tornerà in campo soltanto nel 2024 (una delle ipotesi lanciate dallo stesso tennista sarebbe quella di giocare esclusivamente la Coppa Davis con la maglia della sua nazione), Rafa chiuderà l'annata con solo due partite giocate, entrambe agli Australian Open che aveva vinto nel 2022.

Lo spagnolo ha battuto all'esordio il britannico Jack Draper, faticando e perdendo anche un set, mentre si è arreso a Melbourne allo statunitense Mackenzie McDonald, match nel quale ha accusato importanti dolori fisici.

Poi il lungo stop e l'amara constatazione di dover saltare la tournée americana (Indian Wells e Miami), Monte-Carlo, Roma e ora Roland Garros e tutta la restante programmazione del 2023.

Roland Garros Rafael Nadal
SHARE